Università di Padova – In dirittura d’arrivo il “doppio libretto” per gli studenti transgender

La proposta del “doppio libretto” per gli studenti transessuali verrà finalmente discussa dal Senato Accademico nella seduta di lunedì 6 Maggio, e sarà presentata dallo stesso Rettore.
La precedente proposta di delibera, presentata a Marzo dai rappresentati in senato del Sindacato degli Studenti e dell’UDU – Studenti Per, ed elaborata assieme all’associazione Antéros LGBTI, non era stata messa all’ordine del giorno perché il Rettore, Giuseppe Zaccaria, aveva ritenuto opportuno prima valutare la fattibilità legale della cosa.

La consultazione con il proprio staff legale ha dato esito positivo, e il confronto diretto con le Università che hanno già adottato la soluzione ha portato all’elaborazione di una proposta che si ritiene applicabile all’Ateneo Patavino.
La proposta si ispira alla soluzione di Torino, e consiste nella creazione di una carriera alias con doppio libretto e doppio badge riportanti il nome scelto dallo studente in cambio di genere. Sarà prevista l’individuazione di un addetto del personale di segreteria che si occupi di trasferire le informazioni tra la carriera alias e quella legale, e di una figura di docente Tutor, che faccia da punto di riferimento per lo studente, e che possa monitorare l’efficacia della soluzione e l’insorgere di eventuali problemi. La proposta presentata vuole però evitare per il momento investimenti nel sistema informatico, che appaiono troppo gravosi. Per questo motivo gli studenti con il doppio libretto dovranno comunque utilizzare una procedura particolare per iscriversi e registrare gli esami. Questo è quanto emerso dall’incontro con il Prorettore per il diritto allo studio, Guido Scutari, che ha presentato la proposta nei giorni scorsi ai rappresentanti degli studenti  e dell’associazione Antéros.

La soluzione adottata è certamente migliorabile, ma rappresenta di sicuro un primo passo importante, possiamo ritenerci soddisfatti che il Rettore e l’Università stiano prendendo un impegno concreto per la tutela delle persone transessuali e che siano state superate le perplessità iniziali in favore di un percorso che possa rendere l’Ateneo più accogliente e inclusivo.

 

<a href="https://www.facebook.com/sharer/sharer.php?u=example.org" target="_blank">Share on Facebook</a>

You may also like...